CIVICA IL CAMBIAMENTO

Tombolo: Area Ex Sart- Modificata in silenzio …

Area Ex Sart- Modificata in silenzio…

Tombolo,11 giugno 2020

Ci risiamo. L’Amministrazione Andretta, al contrario di quanto avveniva con la precedente Amministrazione Zorzo, continua a nascondere le proprie idee, i propri atti, non permettendo il confronto con i cittadini, le minoranze (che sono la maggioranza del paese in termine di voti) ed i portatori di interesse economico e sociale, quali ad esempio  i proprietari dei piccoli negozi e le categorie economiche ed associazioni.

Dovevano rilanciare il paese ed invece lo hanno affossato: i già pochi negozi esistenti hanno chiuso, durante il mandato Andretta, e quei pochi che resistono chiuderanno a breve.

La Giunta, senza dare alcuna informazione alla cittadinanza ha modificato in accordo con il “nuovo privato” (Supermercati Alì) il PIRUEA EX SART ereditato, che aveva fatto realizzare all’Amministrazione Zorzo la nuova Piazza Municipio a costo zero.

Precisiamo che IL CAMBIAMENTO è completamente d’accordo sul modificare il piano precedente, dato il fallimento dei vecchi proprietari, ed infatti aveva già predisposto, come è noto alla cittadinanza, (in quanto presentato anche durante le elezioni), un nuovo piano facilmente realizzabile che avrebbe permesso ai cittadini del capoluogo di avere un Parco Pubblico cittadino, in centro paese  lungo tutto il lato est della sede Municipale.

Abbiamo visto il progetto condiviso tra Sindaco, ViceSindaco e Alì e siamo rimasti molto dispiaciuti dal vedere che il progetto del Parco, che era stato già avviato dalla precedente amministrazione comunale, non verrà più realizzato per tutta una serie di ragioni:

1- disinteresse dell’amministrazione comunale di Cristian Andretta

2- nessuna modifica del Piano degli Interventi eseguita nell’interesse pubblico ma solo nell’interesse di “alcuni” privati

3- frazionamento del verde di standard pubblico in contrasto con le linee guida regionali con piccole aree praticamente inutilizzabili

4- mancata convocazione delle Commissioni Consiliari, dei Capigruppo ma soprattutto della cittadinanza !

 

E’ ancora possibile che il Parco Pubblico Comunale si possa realizzare secondo legge. Infatti, il 14 maggio scadono i termini delle “osservazioni” che tutti i cittadini possono presentare. Peccato che i cittadini non siano stati informati, che nessun volantino dell’amministrazione comunale sia stato fatto, che nessuna riunione pubblica abbia avuto seguito, come invece avveniva sempre con le amministrazioni comunali passate.

Per tale motivo, il nostro Consigliere Comunale Franco Zorzo ha presentato un’osservazione al Piano proposto dall’Amministrazione Comunale che, se accolta, consentirà la realizzazione del Parco Pubblico senza alcun evidente danno per il privato.

TUTTI I CITTADINI POSSONO PRESENTARE UN’OSSERVAZIONE IN COMUNE, anche se mancano poche ore alla scadenza dei termini.

Pubblichiamo la tavola esemplificativa approvata dalla Giunta Andretta, nel silenzio dei loro consiglieri di maggioranza complici silenti di queste disfatte. 

 

NUOVO PIANO, TENUTO NASCOSTO, DELL’AMMINISTRAZIONE ANDRETTA

 

 

 

 

 

PIANO PROPOSTO CON MODIFICHE DAL CONSIGLIERE ZORZO DELLA CIVICA IL CAMBIAMENTO

 

———

OSSERVAZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE ZORZO

 

CLICCA QUI PER LEGGERE l’osservazione sull’area ex Sart presentata dalla Civica Il Cambiamento  

 


INTERROGAZIONE – Area IL TINELLO e ATTRAVERSAMENTI PEDONALI

Tombolo, 23 maggio 2020

Considerando che molti cittadini non riescono ad avere una risposta, se non le ennesime promesse mai rispettate, abbiamo dovuto presentare una interrogazione a risposta scritta, rivolta al Sindaco e per conoscenza all’Assessore all’ambiente, lavori pubblici ed energie rinnovabili per verificare “per iscritto” le intenzioni di questa amministrazione comunale e di questa Giunta. Che si debba arrivare a presentare una interrogazione a risposta scritta per dare voce ai cittadini su interventi che dovrebbero rientrare in normali interventi di manutenzione la dice lunga sull’efficienza di questa Giunta. 

ANAC sentenza ristrutturazione ex scuole di Tombolo

 

Tombolo, 21 maggio 2020

 

Lo avevamo detto: ED ORA QUALI CONSEGUENZE oltre allo spreco di denaro certificato per un’opera inutilmente costosa ?

SENTENZA ANAC:

Delibera numero 174 del 19 febbraio 2020 (LEGGI DIRETTAMENTE TU)

Ristrutturazione edificio ex scuola elementare di Tombolo (PD), primo stralcio-opere edili (€ 1.258.080,00) e primo stralcio-impianti tecnologici (€ 341.920,00).

Fascicolo n. 1753/2018

SENTENZA ANAC SCUOLE TOMBOLO (download)

DELIBERA – di ritenere che la scelta operata dalla Stazione Appaltante di frazionare la progettazione definitiva/esecutiva in cinque segmenti affidati a cinque distinti operatori economici a mezzo di altrettante procedure negoziate semplificate ex art. 36 del d.lgs. 50/2016 non sia in linea con i principi di efficacia e trasparenza dell’attività amministrativa in materia di appalti pubblici di cui all’art. 30 comma 1 del d.lgs. 50/2016; – di ritenere che nella fase di affidamento dei lavori la Stazione Appaltante abbia operato un artificioso frazionamento dell’intervento procedendo a due distinti affidamenti a procedura negoziata ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. c) del d.lgs. 50/2016, quando invece il superamento della soglia dei € 1.000.000,00 avrebbe richiesto l’esperimento di un’unica procedura di gara ordinaria (aperta o ristretta) ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. d) del medesimo d.lgs. 50/2016, configurandosi pertanto anche una violazione dell’art. 35 comma 6 del d.lgs. 50/2016; – di ritenere che l’intervento de quo non presenti quei caratteri di «funzionalità, fruibilità e fattibilità» richiesti dall’art. 3, comma 1, lett. qq del d.lgs. 50/2016; – di ritenere che l’assenza di una esplicita valutazione e accertamento dei caratteri di «funzionalità, fruibilità e fattibilità» denoti l’approssimazione del comportamento tenuto dal RUP dell’intervento e sostanzi specifica violazione degli artt. 31 e 26 del d.lgs. 50/2016. Dà mandato all’Ufficio Vigilanza Lavori di trasmettere la presente delibera alla Stazione Appaltante nelle persone del Responsabile Unico del Procedimento e del Responsabile Prevenzione della Corruzione e Trasparenza. Il Presidente f.f. Francesco Merloni Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 3 marzo 2020 Il Segretario, Rosetta Greco

 

Tolte le deleghe all’Edilizia Privata ed Urbanistica al ViceSindaco Luca Frasson …

Tombolo, 07 Maggio 2020

 

I cittadini non sanno che dal 19 Febbraio 2020 (link), il Sindaco Cristian Andretta ha tolto le Deleghe all’Edilizia Privata e Urbanistica al ViceSindaco Architetto Luca Frasson. Il tutto è stato fatto passare in silenzio. Vi sembra una cosa di normale amministrazione ? Assolutamente no, specialmente quando il ViceSindaco è un “professionista del settore”. 

Quali sono i retroscena ?

Cosa è successo in questi ultimi mesi ?

E’ arrivata qualche sgradevole novità inaspettata ?

Non ci aspettiamo risposte sincere ed esaustive da chi ancora deve pubblicare (leggasi Sindaco Andretta) gli atti di pignoramento degli stipendi degli amministratori (tra cui il suo), dopo anni di richieste e bugie varie pubblicate, e tanto meno ci aspettiamo risposte esaustive in merito anche a questa “delicata e preoccupante faccenda”.

I cittadini ovviamente sono gli ultimi a sapere le cose, ed il Municipio, che durante l’Amministrazione Comunale guidata dalla Lista Civica Il Cambiamento era diventato una casa trasparente e di vetro, oggi è più impenetrabile e più cupo che mai. 

COVID19 Raccolta rifiuti differenziati in eccedenza

COVID19 – Richiesta deroga raccolta rifiuti differenziati in eccedenza ai contenitori forniti

Alleghiamo la proposta effettuata dal Consigliere Comunale del Gruppo Lista Civica il Cambiamento, in data odierna, a seguito delle richieste di molti concittadini

SCARICA LA LETTERA DI RICHIESTA INVIATA AL SINDACO DAL CONSIGLIERE COMUNALE FRANCO ZORZO

Tombolo, 21 Marzo 2020

Scarica questo file e leggilo in famiglia. Può essere un valido aiuto per aiutarti a vincere alcuni stati emotivi o per saperli riconoscere …
Sipem

SECONDA PERIZIA DI VARIANTE CON ENNESIMO AUMENTO DEI COSTI – EX SCUOLE ELEMENTARI DI TOMBOLO

TOMBOLO, 30 giugno 2019

 

TERZO AUMENTO DEI COSTI DEL SOLO 1^ STRALCIO DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLE EX SCUOLE ELEMENTARI DI TOMBOLO, STAVOLTA PER GLI IMPIANTI TECNOLOGICI

Ricordiamo le varie fasi caratterizzanti questa ristrutturazione di un edificio che andava abbattuto e ricostruito:

1- Aumento dei costi da 900.000 euro a 1.600.000 euro del solo primo stralcio e riduzione dei posti a sedere da 250 a 120 – AUMENTO INIZIALE DEI COSTI DEL 78%

2- Apertura di un’indagine dell’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) (vedi precedenti nostri articoli)

3- Durante le elezioni, il 16 MAGGIO 2019 pubblicazione Approvazione Perizia di Variante con aumenti dei costi delle sole opere edili di ulteriori 132.908,46 Euro, DETERMINAZIONE n 80 del 16 maggio 2019 (clicca per leggere la determina)

4- NOVITÀ DI POCHI GIORNI FA: il 16 GIUGNO 2019 pubblicazione approvazione ennesima Perizia di Variante per i soli Impianti tecnologici con un ennesimo aumento di spesa di circa il 15% come da DETERMINAZIONE N 97 DELL’ 11 GIUGNO 2019 – 2^ VARIANTE IMPIANTI TECNOLOGICI (clicca per leggere la determina)

Ovviamente nessuno dice nulla ai cittadini di questo sperpero indescrivibile di denaro per una saletta di soli 120 posti con un minipalco.

 

 

Degrado a Tombolo ed Onara. Le foto parlano da sole.

DISvalore domani

La storia di una lista dalle tante promesse …. rimaste sulla carta ! 

Tombolo, 04 marzo 2019

Ogni angolo del paese dimostra uno stato di abbandono che definire preoccupante è fare un complimento. Mi domando quante risorse economiche ci vorranno, e quanto tempo ci vorrà per recuperare una situazione veramente drammatica. 5 anni di TOTALE MANCANZA DI MANUTENZIONE. Strade comunali con crepe e ragnatele che nel prossimo inverno diverranno voragini, buche sulle strade, lampioni piegati, illuminazione che funziona anche di giorno e che si abbassa di notte, con gravi problemi per la sicurezza pubblica, aree verdi incolte ed abbandonate ad erbacce e parassiti, mancanza di decoro totale, paese sporco. Ci rendiamo conto di come è stato ridotto un gioiello di paese che era stato consegnato impeccabile, pulito e curato nei minimi dettagli ? Oggi, siamo stati chiamati dai cittadini a renderci conto dello stato di degrado di Piazza Pio X di cui pubblichiamo una piccola ed insufficiente rassegna fotografica. Tutto il paese è ridotto in questo modo ed il Sindaco, che ha paralizzato il paese per 5 anni, oggi spende TUTTI i soldi comunali per tenere in piedi muri degli anni 70 di una ex scuola (quella di tombolo) che doveva essere abbattuta e ricostruita, come gli stessi suoi professionisti incaricati hanno messo “nero su bianco”. Oltre tre milioni di euro di soldi gettati al vento e casse vuote per rimettere sui giusti binari il nostro paese. Nessuna promessa mantenuta: solo fumo e finto buonismo di chi in campagna elettorale attaccava con ogni mezzo chi li aveva preceduti.

 

Piazza PIO X

04 Marzo 2019

5 anni di incuria, ecco a cosa hanno portato: dissuasori divelti da anni, dissuasori arrugginiti e marci perché non manutentati, blocchi di marmo scheggiati, blocchi di marmo che “passeggiano” lungo la piazza senza essere riposizionati o bloccati, erbacce ovunque, arredo urbano sverniciato, cubetti di porfido staccati, passerelle di legno davanti al saputello della Madonna staccate da anni. Un degrado totale. Ora, caro cittadino, guarda queste foto e …. analizza tutto l’arredo urbano che ti circonda. Sono anni che lamentiamo questa situazione, ma il Sindaco e la Giunta se ne sono sempre disinteressati. Tra poche settimane si vota e il Sindaco ha predisposto un colpo di cipria per cercare di salvare l’immagine … almeno durante le elezioni. Per 5 anni questa è stata la situazione di degrado del nostro paese. Se la pensi come noi, appoggiaci nella prossima campagna elettorale: ti abbiamo già dimostrato di saper mantenere il paese pulito e decoroso, come e meglio che nelle nostre case! Il “pubblico” viene prima della proprietà privata quando si fa il Sindaco o l’Assessore. Secondo te … gli attuali amministratori curano in questo modo la loro proprietà privata ?   

INDAGINI DELL’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) sulla inutilmente costosa ristrutturazione delle ex scuole elementari di Tombolo

Tombolo, 17 Gennaio 2019

 

(Il numero del Fascicolo è stato volutamente omesso)

 

ISTRUTTORIA FORMALE DELL’ANAC SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLE EX SCUOLE ELEMENTARI DI TOMBOLO

La Lista Civica IL CAMBIAMENTO è entrata in possesso della lettera con cui l’Anac comunica formalmente l’apertura di un’istruttoria sui costosi lavori di ritrutturazione delle ex scuole elementari di Tombolo (Pd) voluti dall’Amministrazione Comunale, per realizzare una semplice sala da 120 posti, quando il Sindaco ne aveva promessi almeno 200. Ovviamente il Sindaco ha tenuto nascosto tutto alla cittadinanza anche questa volta, come in tutti questi 4 anni, come nell’episodio dei pignoramenti degli stipendi degli Amministratori e delle vertenze aperte dalla Corte dei Conti.

Ricordiamo che già ad Aprile 2015 la Corte dei Conti aveva sentenziato la “grave irregolarità contabile” dell’attuale Amministrazione Comunale di maggioranza.

Molteplici sono i punti indicati dal Dirigente di Vigilanza Lavori dell’Anac essere oggetto di indagine e necessari di approfondimento:

1- la modalità di affidamento della progettazione

2- l’aumento notevole dei costi del solo primo stralcio

3- la procedura di affidamento dei lavori e dei diversi progetti

4- la mancanza di risorse finanziarie per terminare i tre stralci dell’opera (siamo solo al primo stralcio ed il costo è già di 1.600.000 euro!!!)

5- la verifica della effettiva funzionalità e fruibilità dei cittadini del solo primo stralcio, come richiesto dalla legge

 

Dai primi accertamenti l’Anac conferma quanto denunciato dalla lista Civica IL CAMBIAMENTO:

1- come a fronte di un progetto preliminare del solo primo stralcio di 900.000 euro (l’opera ne prevede tre), la cifra sia lievitata fino a 1.600.000 euro, con un aumento del 78% per il solo primo stralcio ! (vedi sotto l’estratto del documento inviato dall’Anac).



 

2- come si sia proceduto ad acquisire il progetto definitivo/esecutivo del primo stralcio a mezzo di ben cinque singoli affidamenti a procedura negoziata semplificata approvando due progetti definitivi esecutivi in violazione delle norme.

A fronte di ciò, SCRIVE E COMUNICA l’ANAC:

 


Avevamo informato pubblicamente, e per tempo, il Sindaco Cristian Andretta, in Consiglio Comunale, che le procedure adottate non erano corrette e che la lievitazione dei costi richiedeva delle risposte, ma il Sindaco come al solito non ha voluto rispondere ed ascoltare. Diciamo inoltre al Sindaco che “fa del male alla comunità chi sperpera i soldi dei cittadini con opere inutili e sbagliate e non chi chiede trasparenza, rispetto delle leggi e che si preoccupa di come vengano spesi i soldi dei cittadini”.

Oggi, L’Anac conferma le nostre preoccupazioni avviando un’istruttoria dagli esiti assai preoccupanti per le casse del Comune. Rischiano anche gli appalti assegnati alle ditte ….

Se il Sindaco ci avesse ascoltato avrebbe risparmiato centinaia di migliaia di euro.

Inoltre, non spenderebbe oggi ulteriori soldi della comunità in Avvocati per difendersi da scelte sbagliate (leggasi incarico agli avvocati per difendersi dall’ANAC con Determinazione n.102 del 21/12/2018 per un importo inziale di 2.500 euro)”

 

CLICCA QUI PER SCARICARE LE SPESE PER L’INCARICO all’avvocato del comune per la difesa dall’ANAC

 

E’ ora che il Sindaco si assuma le sue responsabilità.

Ogni volta, scarica la responsabilità sui dipendenti comunali, che non a caso abbandonano in massa il Comune di Tombolo, preferendo anche comuni più distanti, pur di non avere più a che fare con la sua Giunta.

L’amministrazione comunale fa acqua da tutte le parti e tra qualche mese, al cambio di amministrazione, rimarranno le casse vuote, solo macerie, ed impegni di spesa esorbitanti.

Ricordiamo comunque al Sindaco che è sempre e comunque lui il responsabile del lavoro degli uffici, tanto più che è stato lui a cambiare i tutti i responsabili degli stessi, con suo apposito decreto.

 

———————————————————————-

 

Auguri di Buon Natale e Buon Anno … sperando di trovare un bel regalo sotto l’albero !

Sveliamo altri segreti del Sindaco Cristian Andretta … aiutateci a divulgare queste verità e condividete questo video ! Tutti i cittadini devono sapere per una scelta consapevole.