CIVICA IL CAMBIAMENTO

SECONDA PERIZIA DI VARIANTE CON ENNESIMO AUMENTO DEI COSTI – EX SCUOLE ELEMENTARI DI TOMBOLO

TOMBOLO, 30 giugno 2019

 

TERZO AUMENTO DEI COSTI DEL SOLO 1^ STRALCIO DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLE EX SCUOLE ELEMENTARI DI TOMBOLO, STAVOLTA PER GLI IMPIANTI TECNOLOGICI

Ricordiamo le varie fasi caratterizzanti questa ristrutturazione di un edificio che andava abbattuto e ricostruito:

1- Aumento dei costi da 900.000 euro a 1.600.000 euro del solo primo stralcio e riduzione dei posti a sedere da 250 a 120 – AUMENTO INIZIALE DEI COSTI DEL 78%

2- Apertura di un’indagine dell’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) (vedi precedenti nostri articoli)

3- Durante le elezioni, il 16 MAGGIO 2019 pubblicazione Approvazione Perizia di Variante con aumenti dei costi delle sole opere edili di ulteriori 132.908,46 Euro, DETERMINAZIONE n 80 del 16 maggio 2019 (clicca per leggere la determina)

4- NOVITÀ DI POCHI GIORNI FA: il 16 GIUGNO 2019 pubblicazione approvazione ennesima Perizia di Variante per i soli Impianti tecnologici con un ennesimo aumento di spesa di circa il 15% come da DETERMINAZIONE N 97 DELL’ 11 GIUGNO 2019 – 2^ VARIANTE IMPIANTI TECNOLOGICI (clicca per leggere la determina)

Ovviamente nessuno dice nulla ai cittadini di questo sperpero indescrivibile di denaro per una saletta di soli 120 posti con un minipalco.

 

 

La novità, la competenza, l’alternativa ! RIPARTIAMO !

WWW.LACIVICA.IT 

 

 

Degrado a Tombolo ed Onara. Le foto parlano da sole.

DISvalore domani

La storia di una lista dalle tante promesse …. rimaste sulla carta ! 

Tombolo, 04 marzo 2019

Ogni angolo del paese dimostra uno stato di abbandono che definire preoccupante è fare un complimento. Mi domando quante risorse economiche ci vorranno, e quanto tempo ci vorrà per recuperare una situazione veramente drammatica. 5 anni di TOTALE MANCANZA DI MANUTENZIONE. Strade comunali con crepe e ragnatele che nel prossimo inverno diverranno voragini, buche sulle strade, lampioni piegati, illuminazione che funziona anche di giorno e che si abbassa di notte, con gravi problemi per la sicurezza pubblica, aree verdi incolte ed abbandonate ad erbacce e parassiti, mancanza di decoro totale, paese sporco. Ci rendiamo conto di come è stato ridotto un gioiello di paese che era stato consegnato impeccabile, pulito e curato nei minimi dettagli ? Oggi, siamo stati chiamati dai cittadini a renderci conto dello stato di degrado di Piazza Pio X di cui pubblichiamo una piccola ed insufficiente rassegna fotografica. Tutto il paese è ridotto in questo modo ed il Sindaco, che ha paralizzato il paese per 5 anni, oggi spende TUTTI i soldi comunali per tenere in piedi muri degli anni 70 di una ex scuola (quella di tombolo) che doveva essere abbattuta e ricostruita, come gli stessi suoi professionisti incaricati hanno messo “nero su bianco”. Oltre tre milioni di euro di soldi gettati al vento e casse vuote per rimettere sui giusti binari il nostro paese. Nessuna promessa mantenuta: solo fumo e finto buonismo di chi in campagna elettorale attaccava con ogni mezzo chi li aveva preceduti.

 

Piazza PIO X

04 Marzo 2019

5 anni di incuria, ecco a cosa hanno portato: dissuasori divelti da anni, dissuasori arrugginiti e marci perché non manutentati, blocchi di marmo scheggiati, blocchi di marmo che “passeggiano” lungo la piazza senza essere riposizionati o bloccati, erbacce ovunque, arredo urbano sverniciato, cubetti di porfido staccati, passerelle di legno davanti al saputello della Madonna staccate da anni. Un degrado totale. Ora, caro cittadino, guarda queste foto e …. analizza tutto l’arredo urbano che ti circonda. Sono anni che lamentiamo questa situazione, ma il Sindaco e la Giunta se ne sono sempre disinteressati. Tra poche settimane si vota e il Sindaco ha predisposto un colpo di cipria per cercare di salvare l’immagine … almeno durante le elezioni. Per 5 anni questa è stata la situazione di degrado del nostro paese. Se la pensi come noi, appoggiaci nella prossima campagna elettorale: ti abbiamo già dimostrato di saper mantenere il paese pulito e decoroso, come e meglio che nelle nostre case! Il “pubblico” viene prima della proprietà privata quando si fa il Sindaco o l’Assessore. Secondo te … gli attuali amministratori curano in questo modo la loro proprietà privata ?   

INDAGINI DELL’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) sulla inutilmente costosa ristrutturazione delle ex scuole elementari di Tombolo

Tombolo, 17 Gennaio 2019

 

(Il numero del Fascicolo è stato volutamente omesso)

 

ISTRUTTORIA FORMALE DELL’ANAC SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLE EX SCUOLE ELEMENTARI DI TOMBOLO

La Lista Civica IL CAMBIAMENTO è entrata in possesso della lettera con cui l’Anac comunica formalmente l’apertura di un’istruttoria sui costosi lavori di ritrutturazione delle ex scuole elementari di Tombolo (Pd) voluti dall’Amministrazione Comunale, per realizzare una semplice sala da 120 posti, quando il Sindaco ne aveva promessi almeno 200. Ovviamente il Sindaco ha tenuto nascosto tutto alla cittadinanza anche questa volta, come in tutti questi 4 anni, come nell’episodio dei pignoramenti degli stipendi degli Amministratori e delle vertenze aperte dalla Corte dei Conti.

Ricordiamo che già ad Aprile 2015 la Corte dei Conti aveva sentenziato la “grave irregolarità contabile” dell’attuale Amministrazione Comunale di maggioranza.

Molteplici sono i punti indicati dal Dirigente di Vigilanza Lavori dell’Anac essere oggetto di indagine e necessari di approfondimento:

1- la modalità di affidamento della progettazione

2- l’aumento notevole dei costi del solo primo stralcio

3- la procedura di affidamento dei lavori e dei diversi progetti

4- la mancanza di risorse finanziarie per terminare i tre stralci dell’opera (siamo solo al primo stralcio ed il costo è già di 1.600.000 euro!!!)

5- la verifica della effettiva funzionalità e fruibilità dei cittadini del solo primo stralcio, come richiesto dalla legge

 

Dai primi accertamenti l’Anac conferma quanto denunciato dalla lista Civica IL CAMBIAMENTO:

1- come a fronte di un progetto preliminare del solo primo stralcio di 900.000 euro (l’opera ne prevede tre), la cifra sia lievitata fino a 1.600.000 euro, con un aumento del 78% per il solo primo stralcio ! (vedi sotto l’estratto del documento inviato dall’Anac).



 

2- come si sia proceduto ad acquisire il progetto definitivo/esecutivo del primo stralcio a mezzo di ben cinque singoli affidamenti a procedura negoziata semplificata approvando due progetti definitivi esecutivi in violazione delle norme.

A fronte di ciò, SCRIVE E COMUNICA l’ANAC:

 


Avevamo informato pubblicamente, e per tempo, il Sindaco Cristian Andretta, in Consiglio Comunale, che le procedure adottate non erano corrette e che la lievitazione dei costi richiedeva delle risposte, ma il Sindaco come al solito non ha voluto rispondere ed ascoltare. Diciamo inoltre al Sindaco che “fa del male alla comunità chi sperpera i soldi dei cittadini con opere inutili e sbagliate e non chi chiede trasparenza, rispetto delle leggi e che si preoccupa di come vengano spesi i soldi dei cittadini”.

Oggi, L’Anac conferma le nostre preoccupazioni avviando un’istruttoria dagli esiti assai preoccupanti per le casse del Comune. Rischiano anche gli appalti assegnati alle ditte ….

Se il Sindaco ci avesse ascoltato avrebbe risparmiato centinaia di migliaia di euro.

Inoltre, non spenderebbe oggi ulteriori soldi della comunità in Avvocati per difendersi da scelte sbagliate (leggasi incarico agli avvocati per difendersi dall’ANAC con Determinazione n.102 del 21/12/2018 per un importo inziale di 2.500 euro)”

 

CLICCA QUI PER SCARICARE LE SPESE PER L’INCARICO all’avvocato del comune per la difesa dall’ANAC

 

E’ ora che il Sindaco si assuma le sue responsabilità.

Ogni volta, scarica la responsabilità sui dipendenti comunali, che non a caso abbandonano in massa il Comune di Tombolo, preferendo anche comuni più distanti, pur di non avere più a che fare con la sua Giunta.

L’amministrazione comunale fa acqua da tutte le parti e tra qualche mese, al cambio di amministrazione, rimarranno le casse vuote, solo macerie, ed impegni di spesa esorbitanti.

Ricordiamo comunque al Sindaco che è sempre e comunque lui il responsabile del lavoro degli uffici, tanto più che è stato lui a cambiare i tutti i responsabili degli stessi, con suo apposito decreto.

 

———————————————————————-

 

Auguri di Buon Natale e Buon Anno … sperando di trovare un bel regalo sotto l’albero !

Sveliamo altri segreti del Sindaco Cristian Andretta … aiutateci a divulgare queste verità e condividete questo video ! Tutti i cittadini devono sapere per una scelta consapevole.

LE RISPOSTE CHE ATTENDIAMO DA MESI … SINDACO RISPONDI !

TI ASPETTIAMO … se hai a cuore il tuo paese!

Dopo il fallimento del Sindaco Cristian Andretta …

è ora di ricominciare con una buona amministrazione comunale. Che ne dici ? 

TI ASPETTIAMO 

MEDIATORI DI TOMBOLO: il valore della “parola data” …

QUANTI SONO GLI AMMINISTRATORI PIGNORATI ?

 

Tombolo, 22 settembre 2018

IL VALORE DELLA “PAROLA DATA” 

VERBALI DI CONSIGLIO COMUNALE ALTERATI E, PER NON ESSERE SMENTITI, … NON SONO STATE FATTE LE CONSUETE REGISTRAZIONI VOCALI DELLA SEDUTA 

La questione dei pignoramenti del Sindaco è molto più grave di quanto si potesse pensare. Il Sindaco NON ha voluto dimostrare neanche ai Consiglieri Comunali che l’enorme pignoramento a suo carico NON è stato determinato da questioni amministrative. Non solo, il Sindaco, come potete vedere nella Delibera di Consiglio Comunale che lo stesso ha pubblicato sul sito del Comune, (Delibera pubblicata dal Sindaco pignoramenti) (Delibera Originale: RICHIESTA-CONVOCAZIONE-CONSIGLIO-STRAORDINARIO-web) redatta, secondo la legge, dalle minoranze, NON RIPORTA il testo della stessa. Non solo, sono stati eliminati anche i nomi citati dal Consigliere Franco Zorzo di coloro che sono interessati dai pignoramenti e le cifre indicate dallo stesso Consigliere. NOMI E CIFRE sono stati elencati anche nel corso della discussione della questione pregiudiziale sollevata dal sindaco, l’atto oscuro votato da TUTTI i consiglieri di maggioranza DI NON PROCEDERE ALLA DISCUSSIONE DELL’ORDINE DEL GIORNO.

Ricordiamo come MAI fosse capitato che AMMINISTRATORI del Comune di Tombolo vedessero pignorate le loro indennità di carica PAGATE con il Bilancio del Comune, ossia con le TASSE dei cittadini di Tombolo ed Onara e come mai siano stati completamente cancellati gli interventi delle minoranze dai verbali su queste questioni. Siamo alla mistificazione della realtà, siamo dinanzi alla fuga disperata di una maggioranza traballante che si regge in piedi solo per i motivi che potete immaginare: la poltrona e le indennità di Sindaco, ViceSindaco, Assessori …. 

Solleviamo nuovamente anche un’altra questione passata in secondo piano in questi giorni: I PIGNORAMENTI ARRIVATI SONO DUE … chi è l’altro pignorato oltre al Sindaco Cristian Andretta ? Ve lo siete chiesti ? Ci sono questioni legate alla loro funzione pubblica ? 

In attesa che il Sindaco si decida di DIRE LA VERITÀ ai cittadini, invece che nascondere LE VERE CIFRE E LE VERE RAGIONI DEI PIGNORAMENTI, (lui si sente già in campagna elettorale da 4 anni), ricordiamo che “i mediatori e commercianti di Tombolo”, come le statue appena inaugurate, rappresentano il valore della “parola data” ed il valore della “stretta di mano” con la quale si concludevano affari economici importanti. La stretta di mano rappresenta la CREDIBILITÀ E L’AFFIDABILITA’. 

L’alto valore di quella stretta di mano, secondo voi come si concilia con chi ha mentito clamorosamente alla stampa sui pignoramenti ? Come si concilia che sia stato proprio il Sindaco Cristian Andretta ad inaugurare, solo per motivi elettorali, un’area monumentale che era stata già progettato in viale Europa nell’ambito di una ennesima riqualificazione dalla precedente maggioranza, un’area da dedicarsi proprio ai commercianti ed ai mediatori ? 

Mostreremo ai cittadini nei prossimi incontri i progetti che erano già pronti, della Civica IL CAMBIAMENTO, risalenti al 2013/2014. Il Sindaco Cristian Andretta non riesce neanche a copiare, relegando un’opera d’arte in un angolo di un parcheggio indicato dagli atti amministrativi già approvati come “completamento della NUOVA PIAZZA MUNICIPIO” .  

Quando il Sindaco vi incontrerà , domandategli di farvi vedere gli atti dei pignoramenti …  e ricordategli il valore della “parola data”

 

Una volta a Tombolo la “parola data” aveva un senso … oggi che esempio sta dando il Sindaco con la questione pignoramenti ? Perché “le parole date” alla stampa non sono vere ?

 

Cittadini lasciati soli ed assenza di manutenzione

RICEVIAMO ORMAI UNA COMUNICAZIONE AL GIORNO DA PARTE DEI CITTADINI SULLO STATO DI ABBANDONO DEL PAESE

Onara, 15 Settembre 2018

Ci scusiamo con i cittadini ma non possiamo pubblicare tutte le segnalazioni che ci inviate. Cerchiamo di segnalare alla “assente” amministrazione comunale le evidenti lacune che hanno un immediato effetto sulla sicurezza, come nel caso di specie. Invitiamo i cittadini a segnalare sempre in Municipio le richieste di intervento magari mandandoci, come fate sempre più spesso, la segnalazione per conoscenza.

Nella giornata di ieri abbiamo mandato una PEC in municipio, all’attenzione dell’Ufficio Manutenzione e Lavori Pubblici, per segnalare come DA MESI non sia stato sostituito lo specchio rotto situato all’uscita di Via Roncà ad Onara verso la strada provinciale nonostante le telefonate e le segnalazioni arrivate in municipio.

Alleghiamo il testo della PEC inviata dal nostro Capogruppo al riguardo. Speriamo che l’Amministrazione corra tempestivamente ai ripari in quanto non vogliamo che un’immissione sulla provinciale, dove le auto corrono ad elevata velocità, possa causare incidenti pericolosi per i nostri concittadini. D’altronde, mancando anche la polizia locale e mancando il Comandante di Polizia Locale, orami le strade comunali sono lasciate alla mercé dei pirati della strada.

A: Egr. Geom. Ugo Agostini
Responsabile Area Lavori Pubblici

Oggetto: Specchio stradale – incrocio provinciale con Via Roncà

Egr. Geometra, da alcuni mesi i cittadini residenti in Via Roncà lamentano il mancato intervento dell’Ufficio Comunale preposto alla sostituzione dello specchio stradale situato all’incrocio tra Via Roncà e la Strada Provinciale verso S.Maria.
Alcuni di loro hanno segnalato al suo ufficio tale necessità, anche in considerazione del grosso rischio che gli stessi corrono ogni volta che devono immettersi lungo la strada provinciale da Via Roncà, dato che l’incrocio è situato a ridosso di una curva e che lo stesso è caratterizzato da una scarsa visibilità del traffico in arrivo.

Sono a chiederle in che tempi può garantire la sostituzione dello stesso dato che sono parecchie settimane che il problema è stato sollevato con telefonate presso la sede municipale senza ottenere alcuna risposta.
Rimango in attesa di cortese riscontro anche per le vie brevi.

Distinti saluti

Il Capogruppo Consigliare
Franco Zorzo

PIGNORAMENTI – LA GRANDE FUGA DEL SINDACO

Aggiornamento sulla questione pignoramenti pervenuti in comune sulle indennità degli Amministratori. IL Sindaco fugge dalla discussione con la complicità dei suoi consiglieri comunali. Guarda perchè il Sindaco ha mentito e …. se lo incontri chiedigli di pubblicare la verità !